Carrello
logo
logo

La mia storia, la mia passione

GIANNI CALAON E LA SUA RIVOLUZIONE DELLA PIZZA

Passione, lavoro, ricerca e continua sperimentazione: sono questi i valori fondamentali che hanno da sempre contraddistinto la visione di Gianni Calaon, fin da quando ha avuto l’occasione di dimostrare quanto importante saper innovare anche quando si ha a ché fare con il classico dei classici della gastronomia italiana, ovvero la pizza.

Una sfida che continua da oltre 30 anni e che ha visto rivoluzionare sia il modo di preparare la pizza sia il modo di degustarla. Quando ci si siede al tavolo della pizzeria, si viene chiamati a seguire un vero e proprio percorso degustativo, fatto di colori, profumi e sapori.

Gianni Calaon dice sempre che le sue pizze si gustano con gli occhi, con il naso e solo dopo con il palato: la vista deve essere appagante, i profumi devono conquistare e il sapore deve confermare le aspettative. Solo così si porta a compimento la missione di un pizzaiolo: quello di portare la felicità.

Questa è una visione di innovazione che non potrà mai avere una fine: da un lato guarda agli impasti, mentre dall’altro punta su una selezione accuratissima di ingredienti di qualità e su abbinamenti originali e vincenti. Abbinamenti di gusto fantasiosi, talora davvero unici e che spesso lasciano spiazzati, prima di averli assaporati.

Sempre assai leggere e digeribili, le pizze del pluripremiato maestro padovano che ha creduto per primo nell’abbinamento vino/pizza si rinnovano con impasti che ad un sapiente mix di farine aggiungono ingredienti innovativi come alga spirulina, curcuma, riso venere e canapa, che con i loro principi nutritivi vengono annoverati come cibi benèfici e salutari.

Una sperimentazione iniziata con l’impasto alla canapa, con il suo seme ricco di vitamine antiossidanti preziose per la salute. Il risultato è stato talmente apprezzato che ha portato altri esperimenti culinari. Ecco allora l’impasto giallo alla curcuma, dalle proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti, proposto di preferenza con topping ai formaggi, a cui si è aggiunto in seguito l’impasto al riso venere, dal caratteristico look sale e pepe: altamente digeribile e con pochi zuccheri, questo riso nero abbonda di sali minerali antinvecchiamento e aiuta a ridurre il colesterolo cattivo. 

Infine è stata la volta dell’alga spirulina, diventata anche l’ingrediente principale di una sorprendente mousse alla ricotta di bufala, leggerissima e delicata. Una ricetta che ha saputo conquistare anche i più scettici grazie sia al gusto ottenuto, sia anche per il colore.

Premi internazionali

2010Campione del mondo categoria “Pizza Classica”

2011Campione del mondo categoria “Pizza Sana”

2013Campione del mondo categoria “Pizza in pala”

2017Campione del mondo categoria “Pizza in pala”

La mia storia, la mia passione - Casa Penelope